La storia de Le Manette del Valdarno

Nata dall’idea di nove Carabinieri, motociclisti per mutazione genetica ed in servizio in provincia di Arezzo, “Le Manette del Valdarno” sono diventate un Motoclub quasi per caso, probabilmente grazie ai fumi dell’alcol ingurgitato nelle ore di viaggio mentre gli strani esseri erano chiusi in un traghetto di ritorno da una motovacanza trascorsa in Sardegna (si, le mogli lo sapevano…).

I 9 carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno che hanno dato inizio al motoclub

Sia i programmi che la struttura vennero buttati giù d’impeto e trascritti sui fazzoletti del bar della nave, così, come per scherzo… quasi pensando che da sobri l’idea sarebbe passata…

Macchè! Certe congiunture astrali non possono essere contrastate!

Il nome venne quasi da solo, come da sole vennero anche le finalità benefiche con la frase “noi speriamo che ce la caviamo ed avanzi sempre qualcosa da dare”. Quel qualcosa è sempre avanzato, anzi…

Ovviamente nacquero anche le regole e per il Motoclub, aperto a tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine nonché ai simpatizzanti di queste, fu naturale prevedere l’obbligo della specchiata moralità per farne parte e soprattutto la rigida disciplina nel comportamento che non può essere mai posta in secondo piano sia per chi ha fatto una scelta di vita ben precisa, sia per chi ha deciso di esserne a fianco.

Questo non vuol dire essere imbalsamati, anzi, come si vede dalle varie gallerie che riprendono i tanti eventi trascorsi insieme, “La Manette del Valdarno” pongono quali ulteriori pilastri, fondamentali, il sano divertimento e la goliardia, i motoviaggi, le motovacanze, le motomangiate, le motobevute, i motoaperitivi, le motoescursioni, i motomatrimoni (anche quelli…), i motobattesimi, insomma una vita mo(l)to impegnata!

Nel giro di poco tempo il movimento è cresciuto esponenzialmente. Ad oggi, con tutti gli eventi che abbiamo organizzato, sono stati ricavati migliaia di euro in donazioni per varie associazioni bisognose sia nel territorio locale che fuori come ospedali pediatrici (Meyer, Bambin Gesù, Gaslini), enti per la lotta ai tumori (CALCIT), Case-Famiglia, varie ONLUS che si occupano di amici diversamente abili o bambini in difficoltà, ONAOMAC (la fondazione che si occupa di orfani e vedove dell’Arma dei Carabinieri), AMREF.

Nel 2015 è nata poi la prima Sezione fuori zona, a Genova, i mitici “figgeu” di “Zena a Manetta” che hanno aderito all’esportazione della nostra filosofia motociclistica.

La storia al momento è questa. Vieni anche te a scriverla con noi, “l’Energia” non è mai abbastanza!!!

Poi, che non avrai mai più le “analisi” a posto è un’altra cosa…